FRANA OSPEDALE DI PAOLA, SI RISCHIA IL CROLLO?

0
FRANA ALL'OSPEDALE DI PAOLA, SI RISCHIA IL CROLLO?

Pubblicato su Alganews, di Francesca Lagatta 

La collinetta sottostante starebbe cedendo a velocità elevata

L’ospedale San Francesco si erge fiero al centro della città. Prende il nome dal santo che nacque proprio in quello scorcio di terra bagnata dal mar Tirreno. Eccellente per quanto riguarda l’efficienza sanitaria, è da sempre al centro delle polemiche per quel che riguarda la sicurezza della struttura in sé. Il nosocomio, infatti, è sito in una zona ad alto rischio sismico e dissesto idrogeologico, che gli addetti ai lavori collocano catalogano in R4. Prova ne sia l’evidente sia frana collinare che ormai ha raggiunto il parcheggio della struttura. Ma anziché affidarsi ai geologi e decifrare realmente lo stato di pericolosità in cui grava l’ospedale, la Regione Calabria pare invece voglia stanziare dieci milioni di euro per la sua ristrutturazione. Cosa del tutto inutile se il suolo dovesse cedere lasciando sprofondare i migliaia di metri quadrati dell’imponente struttura.

Già nel 1999, il famoso rapporto Barberi (Franco Barberi, ex sottosegretario della protezione civile), evidenziava la pericolosità dell’edificio, collocandolo addirittura al settimo posto, tra le oltre diecimila strutture pubbliche calabresi monitorate dopo il terremoto del ’98. Ma da allora nulla è cambiato e nessun provvedimento è stato preso. Neppure quando il direttore sanitario del centro spoke Cetraro-Paola, il dott. Vincenzo Cesareo, ha sporto denuncia  a tutte le autorità competenti, già nel novembre del 2012.

Il personale sanitario si cela dietro un “no comment”, la magistratura tace, la politica pure. Intanto quell’ospedale, mormora qualcuno, sta per crollare. E sarebbe una strage.