ARRESTATA LA PALADINA ANTI 'NDRANGHETA CAROLINA GIRASOLE

0

Pubblicato su Alganews

di Francesca Lagatta

Carolina Girasole, simbolo dell’antimafia in Calabria, è stata arrestata questa mattina nell’ambito di un’inchiesta portata avanti dai militari della Guardia di Finanza, che ha portato al fermo di 14 persone, accusate a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione elettorale, turbativa d’asta, usura, favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio. Tra i destinatari delle misure di custodia cautelare anche il boss Nicola Arena, reggente dell’omonima cosca, e un poliziotto.

Alla donna, una delle prime donne sindaco impegnate nella lotta alla ‘ndrangheta, sono stati concessi i domiciliari. Secondo l’accusa, venne eletta grazie ai voti procurati dalle ‘ndrine, alle quali avrebbe promesso provvedimenti  favorevoli.

Divenne primo cittadino della città di Isola Capo Rizzuto (Kr) nel 2008. Da allora, insieme ad altre sue colleghe, aveva dato vita a importanti manifestazioni antimafia. Molti ricorderanno il famoso incontro con Pierluigi Bersani in Calabria, quando venne a manifestare la sua solidarietà per gli atti intimidatori subiti da Maria Carmela Lanzetta, allora sindaco di Monasterace (RC). Terminato il mandato di sindaco, era stata candidata alla Camera per Lista Civica, non riuscendo, però, ad entrarvi.