Brindisi, un giorno di ordinaria follia e violenza sulle donne

0
Brindisi, un giorni di ordinaria follia e violenza sulle donne

Pubblicato su Alganews

di Francesca Lagatta

Il 4 dicembre scorso, un ventitreenne ha rapinato una gioielleria nella città di Latiano, nel Brindisino. E già che c’era, ha pensato bene di stuprare una delle due commesse, minacciate con tanto di forbici e coltelli. Una, incinta e disperata, è riuscita a scappare e a dare l’allarme; l’altra è stata trascinata per i capelli, chiusa in uno stanzino, picchiata e stuprata per oltre mezz’ora.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, hanno arrestato in flagranza di reato V.L., brindisino, già in regime di detenzione domiciliare presso una struttura di recupero, sempre per reati legati al furto. Solo in un secondo momento la vittima dello stupro, 33 anni, ha ammesso la violenza subita, quando le registrazioni delle telecamere hanno rivelato integralmente la brutalità dell’episodio.

La giovane, provata e in stato di choc, si trova attualmente ricoverata in ospedale, dove le sue ferite sono state giudicate guaribili in trenta giorni. Quelle fisiche, non certo quelle psichiche.

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato