PROCESSO RUBY, LA TELENOVELA CONTINUA

0
PROCESSO RUBY, LA TELENOVELA CONTINUA

Pubblicato su Alganews

SECONDO MOBDI RUBY SAREBBE STATA MAGGIORENNE AI TEMPI DELLA FREQUENTAZIONE DI PALAZZO GRAZIOLI

Emerge un nuovo inquietante particolare dal processo Ruby. A parlare è il Ministro della Funzione pubblica in Marocco, Mohamed Mobdii, che come un fulmine a ciel sereno, manda in frantumi la sentenza del processo Ruby che ha condannato l’ex Premier a 7 anni di reclusione per concussione e prostituzione minorile. O almeno è questo che sperano i residenti di Palazzo Grazioli.

Mobdii ritiene che nel febbraio 20120, all’epoca a cui risalgono i fatti, Karima El Maharoug, fosse già maggiorenne, contrariamente a quanto ritenuto dall’accusa. Il pubblico ufficiale dice di esserne certo perché fu proprio lui il firmatario dell’atto di nascita della ragazza, e a riprova di quanto sostiene sarebbe pronto ad inviare la scoppiettante documentazione presso il consolato marocchino di Milano. Come richiesto, dovrà essere spedita in una “valigia diplomatica” affinché si respinga ogni dubbio sull’autenticità della stessa.

Insomma, non sono bastati migliaia tra avvocati e testimoni a chiarire una vicenda come quella che vede coinvolto l’ex premier. Con la certezza che neppure stavolta ci sarà l’ultimo atto dell’avvincente saga giudiziaria. Come fosse ormai una tradizione, colpi di scena e dichiarazioni shock irrompono puntualmente ogni qual volta si spera di aver messo la parola fine.