YLENIA IORIO / La calabrese sarà una dei sedici concorrenti ad X-Factor Albania

0
Pubblicato su Notia

La cantante 27enne di Tortora (Cs) conquista i giudici albanesi

Tortora (Cs) – Per realizzare i propri sogni bisogna crederci fino in fondo e inseguirli ovunque. Lo sa bene la tortorese Ylenia Iorio, 26enne con la passione del canto e una voce fuori dal comune, che circa dieci giorni fa è volata fino in Albania pur di tentare l’accesso al programma della locale versione di X-Factor. E l’audacia l’ha davvero premiata, nonostante le difficoltà.

Il sogno di una vita, quello di cantare al grande pubblico, comincia a prendere forma già nel primo giorno dell’audizione, quando la grinta e la determinazione di chi sa che deve mettercela tutta per non deludere chi quel viaggio lo aveva creduto una inutile perdita di tempo, mandano letteralmente il pubblico in delirio. Sulle note della celebre Hallelujah di Leonard Cohen, in un’atmosfera surreale, la giovane tortorese si commuove fino alle lacrime.

I giudici, incantati da quella voce sublime, non esitano a regalarle la speranza pronunciando senza esitare i quattro sì. Uno di loro lo fa addirittura buttando giù la maschera dell’imparzialità e davanti alle telecamere di Klan tv le dice entusiasta: «Sei la migliore che io abbia mai ascoltato fin qui».
Facile intuire che neppure le selezioni a seguire avrebbero destato grande preoccupazione, ma l’ultima, quella più importante, quella che le avrebbe scombussolato la vita di lì a poco, l’aveva caricata di responsabilità e incertezze. «Meglio essere esclusi subito che nell’ultima fase. Non posso perdere», ripeteva agitata nelle stanze di una villa, scenario del suo giorno più bello, poco prima del verdetto finale.

Così quando ha intonato “Gli uomini non cambiano” di Mia Martina ha fatto il possibile per non far rimpiangere la versione dell’indimenticata artista calabrese, tanto da convincere la stella televisiva albanese Alban Skenderaj a volerla come concorrente nel noto programma scegliendola, insieme ad altri quindici fortunati, tra migliaia di aspiranti accorsi da ogni parte d’Europa.

Ed ora i calabresi si uniscano in un tifo che giunga fino in Albania affinché Ylenia Iorio possa vincere la sua gara canora più importante e ci riscatti, una volta di più, agli occhi di chi crede ancora che la Calabria sia solo terra di guerra tra faide e rotative di stampanti che si inceppano all’improvviso.