LA POLITICA COSTA AGLI ITALIANI 23 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO

0

Pubblicato su Alganews il 15 novembre 2013

di Francesca Lagatta

La politica taglia senza sosta, taglia di tutto pur di risparmiare, senza nemmeno pensare. Taglia pure le tasse (quelle vecchie, e il giorno dopo se ne inventano di nuove e più pesanti), tanto da indurci a pensare che tra un po’ taglieranno pure la razione quotidiana di aria. Ma quando si tratta di tagliare i costi della politica sono quasi tutti d’accordo nel dover rimandare.

Al dicembre 2012, secondo un recente studio, risulta che le persone che percepiscono uno stipendio strettamente legato al mestiere più in voga e ambito d’Italia, sono oltre un milione e duecentomila. L’incarico politico vero e proprio, e cioè stipendi e rimborsi, pare sia imputabile solo per il 12% all’ingente costo della politica, che lo stesso studio indica con la cifra di 23 miliardi di euro.

Intorno ai rappresentanti delle istituzioni, infatti, ci sono molteplici figure che vivono in funzione delle loro attività. Stiamo parlando, principalmente, di manager e società che, tra la cura d’immagine, sondaggi falsati e consorzi milionari, fanno sicuramente poco per i cittadini ma sicuramente molto per i loro beniamini, tanto da portare a casa stipendi tre volte superiori alla media dei top manager dei cugini europei.

Eppure tra le mura del Parlamento tutto tace. Va bene così. Con buona pace di portaborse, portaombrelli, portagiacche, portavoce e guardiani di palazzo. E poi dite che i politici mangiano da soli.