VIVA VOCE TV, IL RITORNO DELLA "PERFIDA" ANTONELLA GRIPPO

0

L’attesa è finita: la bionda più temuta della televisione bruzia, tornerà davanti alle telecamere domani sera su Viva Voce Tv, sul canale 90 del digitale terrestre alle 21:00 in punto. Ad affiancarla ci sarà sicuramente il collega Alessandro Pagliaro, mentre sugli ospiti in studio vige ancora il più stretto riserbo.

Dopo il burrascoso addio a LaC, il suo “Perfidia”, pungente format su politica e attualità, diventa “Perfidia. Che fai, mi cacci?”, in riferimento alle polemiche dei mesi scorsi, quando la giornalista ipotizzò la censura del suo programma per via della furiosa lite in diretta con l’allora candidato Presidente di Regione, Mario Oliverio.

Ma Paola Militano e il suo entourage l’hanno fortemente voluta nella loro emittente perché potesse ancora dare ‘filo da torcere’ ai suoi ospiti. Un invito che “la sparigliatrice di Sapri” ha accettato e accolto con entusiasmo preparando un ritorno memorabile, da quanto ha lasciato intendere la diretta interessata, dal punto di vista del confronto politico e da quello giornalistico. Soprattutto.

Tante le cose da dire in questa prima puntata. Innanzitutto i motivi che l’hanno spinta ad accettare la nuova conduzione dopo la bufera mediatica, le reazioni di stampa e colleghi dopo la chiusura definitiva del suo programma nel gennaio scorso e la sua battaglia continua ed estenuante per la difesa della libertà di stampa, quella stessa libertà di cui Luciano Regolo e L’Ora della Calabria, loro malgrado, sono diventati il simbolo. Perché in Calabria può anche succedere che le rotative di tanto in tanto si inceppino, ma fermare la voce dei giornalisti liberi è un’impresa più unica che rara.

E Antonella Grippo, donna risoluta, provocatrice, sicura di sé, dall’alto del suo metro e ottanta e la ventennale esperienza, la sua voce torna a farla sentire quando già qualcuno non ci sperava più. O sperava non lo facesse più.