A3, A LAINO RIAPRE IL VIADOTTO MA SI STA IN FILA PER 10 KM

0
A3, A LAINO RIAPRE IL VIADOTTO MA SI STA IN FILA PER 10 KM

A3, file estenuanti e caldo torrido sul nuovo tratto autostradale

A Laino riapre il Viadotto Italia. Ci sono voluti 5 mesi (leggi: A3 RIMANE CHIUSA, CONTINUANO I DISAGI SULLA SS 18), proteste (leggi: CALABRIA ABBANDONATA, LA CGIL PROTESTA IL 1° MAGGIO), riunioni istituzionali (leggi: DISAGI SS 18, OLIVERIO IL 3 GIUGNO DA DELRIO) e una serie di rinvii perché il tratto di strada autostradale all’altezza di Laino Borgo (Cs) venisse riaperto, dopo il crollo della campata nel marzo scorso che, oltretutto, provocò la morte di un operaio 25enne (leggi: ENNESIMA VITTIMA SUL CANTIERE DELL’A3, MUORE OPERAIO 25ENNE) .

Nonostante ciò, i disagi continueranno a scoraggiare quanti vorranno mettersi in viaggio e oltrepassare il confine tirrenico della regione bruzia, continuando a minare una stagione estiva che, a detta degli operatori turistici, pare già compromessa in modo irreversibile. Il Presidente di Federalberghi, Vittorio Caminiti, per il settore turistico denuncia un’altissima percentuale di presenze in meno, rispetto anche solo allo scorso anno, e perdite di diversi miliardi di euro. Il tratto autostradale del Viadotto Italia che oggi verrà riaperto agli automobilisti, infatti, è della sola carreggiata nord, seppur a doppio senso di marcia. Così, lasciate alla spalle decine e decine di pericolose deviazioni, i mezzi in transito dovranno fare i conti, per almeno 10 km (tra Laino Borgo e Campotenese), con file estenuanti e il caldo torrido di questi giorni. Per cui, prima di mettersi in viaggio è necessario munirsi di cuori forti e nervi saldi.

L’annuncio della riapertura, che avverrà subito dopo il completamento delle attività poiché già in possesso del provvedimento di dissequestro dell’area protetta dai sigilli dal marzo scorso, è stato dato ieri durante un incontro istituzionale, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il Presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, il Procuratore Generale della Repubblica di Catanzaro, Raffaele Mazzotta e il Presidente della Regione Calabria, Gerardo Mario Oliverio. Che si sono detti molto soddisfatti per questa grande vittoria.