RELIGIONE E CONTROVERSIE / Mauro Biglino: "Se Dio esiste non è quello descritto nella Bibbia"

0
RELIGIONE E CONTROVERSIE / Mauro Biglino:

Pubblicato su La Spia Press

«Io non so qui per dirvi se Dio esiste o meno, anche perché non lo so, vi sto solo dicendo che se esiste non è quello descritto nella Bibbia». A pronunciare queste parole, sabato scorso, davanti una folla attenta nella sala convegni dell’Unical, è stato Mauro Biglino. Che non è un santone, un impostore, imbonitore o un carismatico. Tutt’altro. E’ un cultore di storia delle religioni, che, specializzatosi nella traduzione dall’ebraico antico, ha tradotto per la casa editrice Edizioni San Paolo 19 testi sacri. Non è a capo di nessuna setta, non prende soldi per i suoi convegni, a parte il rimborso spese, e, soprattutto, non mette in discussione l’esistenza di nessun dio. Dice solo che grazie ai suoi studi si è reso conto che colui di cui si parla nella Bibbia, a volte chiamato Elohim,  a volte Yahweh o Yahveh e in tanti altri modi, non è Dio. Non nella concezione che intendono i cristiani. E che addirittura, sostituendo la parola Dio con i termini originali, risulterebbe che si parla di più di una entità. Ed infatti Elohim è sostantivo plurale. Non solo. Dice che colui o coloro che vengono descritti nel libro sacro sono più verosimilmente delle entità extraterrestri, venuti da altre galassie ed altri pianeti e questo lo dimostra più di un passaggio nei quali si descrivono dei mezzi simili a navicelle spaziali. Come in Ezechiele al capitolo 3 di qualsiasi Bibbia, dove la grazia di Dio, di cui tra l’altro in Ebraico non esiste neppure il concetto, si mostrerebbe a Mosé sotto forma di un mezzo pesante con le ruote che al suo passaggio è capace di bruciargli il volto.

Ma l’Antico Testamento, secondo Biglino, sarebbe un continuo riferimenti ad altri mondi, che con la divinità hanno poco a che fare. Esattamente come prima di lui hanno sostenuto anche gli autori Erich von Däniken, Zecharia Sitchin, Walter Raymond Drake, Mario Pincherle, Peter Kolosimo, Padre Barry Downing, Padre Enrique Lopez Guerrero, Salvador Freixedo, Claude Vorilhon, Corrado Malanga, e Biagio Russo. Ci sarebbe addirittura la descrizione dello scoppio di una bomba atomica. Ma Biglino sottolinea anche gli stermini a donne e bambini ordinati dal dio buono e misericordioso, delle promesse non mantenute, di un dio onnipotente stanco, affaticato e impolverato a casa di Abramo, della clonazione di Eva descritta nei minimi particolari, di 39 libri sacri in lingua originale che nella traduzione cristiana diventano 46 e di 613 comandamenti anziché 10. Parla anche del divieto imposto dalla Chiesa, dal 1200 al 1800 circa, di leggere o detenere una Bibbia o della versione dei rabbini che, interrogati sulla questione, rispondono: «Sono cose che già sappiamo». E che sono facilmente documentabili consultando i video disponibili su youtube, in cui vengono elencati con precisione capitoli e versetti da leggere a cui si fa riferimento.

Dopo tre ore di chiara argomentazione ad un pubblico attonito, le teorie dello studioso hanno trovato supporto nell’esposizione di Roberto Pinotti (leggi l’articolo: RELIGIONE E CONTROVERSIE / Mauro Biglino: “Se Dio esiste non è quello descritto nella Bibbia), giornalista, scrittore e ufologo italiano, possessore di uno degli archivi europei più vasti e documentati sul fenomeno UFO e che negli anni ha rappresentato l’Italia nei numerosi convegni mondiali sul tema, talvolta alla presenza delle più alte cariche istituzionali.