'NNDRANGHETA / La mappa delle 'ndrine calabresi

0

(Fonte foto: dal web)

Pubblicato su La Spia Press

Sanguinarie, spietate e potenti come non mai. Sono le ‘ndrine calabresi, le famiglia di ‘ndrangheta che imperano in ogni angolo nella regione dei bruzi. Sarebbero 144, secondo le stime aggiornate dalla DDA al secondo semestre del 2014, qualcuna in più rispetto agli anni precedenti, quando la conta dei magistrati si fermava a quota 136. Nelle famiglie di ‘ndrangheta anche più piccoli hanno un ruolo, come ad esempio fungere da corriere per lo spaccio a solo 6 mesi di vita.

Sono diverse migliaia invece gli affiliati, un esercito di ‘ndranghetista che  comanda omicidi, smercia droga, pratica usura ed estorsioni, traffica armi ed essere umani, condiziona appalti e voti elettorali, smaltisce rifiuti tossici radioattivi e prova a depistare le indagini, subito dopo il battezzo in nome di Nostro Signore Gesù Cristo con cui si giura fedeltà eterna all’associazione. In caso contrario sono i parenti più stretti a pagare pegno. Oppure si entra a farne parte grazie all’ereditarietà. Se sei figlio di un boss, il destino è già segnato.

Le donne reggono i clan dopo gli arresti dei mariti e compagni capibastone, sono agguerrite e malvagie nei fatti e nelle parole. Hanno addirittura assunto un ruolo centrale. Sono banditi invece gli omosessuali, in netto contrasto con l’immagine rude di boss e affini. L’omosessualità pare faccia perdere prestigio e potere dentro la Santa anche più temibili mammasantissima.

Si pentono raramente, alcuni si alleano, alcuni di fanno la guerra tra di loro, in compenso sembra che abbiano comunemente raggiunto un accordo su come spartirsi equamente il territorio. Sono presenti ovunque, in tutte e cinque le province, con una leggera concentrazione nel basso Reggino. Ecco come gli ultimi dati ufficiali raccontano suddivisione:

 
Provincia di Catanzaro (città in ordine alfabetico):
Alto versante ionico: Carpino, Bubbo, Scumaci;
Catanzaro: Abbruzzese – Bevilacqua; Passalacqua, Berlingieri, Costanzo – Di Bona;
Chiaravalle: Iozzo – Chiefari;
Davoli Satriano – San Sostene: Procopio – Lentini;
Gizzeria: Bagalà;
Grifalco Borgia: Pilò – Cossari, Giacobbe – Bassafaro; Catarisano – Abbruzzo – Gualtieri;
Guardavalle: Gellace, Novella;
Lamezia Terme – Nicastro: Giampà, Da Ponte – Cannizzaro, Cerra – Torcasio – Gualtieri;
Lamezia Terme – Sambiase: Iannazzo;
Sersale: Pane, Iazzolino;
Soverato: Sia – Tripodi;
V