PRAIA A MARE / Gli studenti del Liceo Musicale Pavarotti vincono il concorso nazionale Lodovico Agostini Ferrara

0
PRAIA A MARE / Gli studenti del Liceo Musicale Pavarotti vincono il concorso nazionale Lodovico Agostini Ferrara

Pubblicato su La Spia Press

I ragazzi dell’Orchestra del Liceo Musicale Luciano Pavarotti di Praia a Mare conquistano l’ottava edizione del concorso nazionale Lodovico Agostini Ferrara, strappando un primo, meritatissimo posto.

L’evento, promosso e organizzato dall’associazione polifonica “Il Nuovo Echo”, si è tenuto tra Ferrara e Venezia nei giorni dal 15 al 17 aprile e ha visto la partecipazione di giovanissimi interpreti della musica giunti per l’occasione da ogni parte d’Italia.

I ragazzi del Liceo Pavarotti, accompagnati dal Maestro Gaetano Romeo, presidente dell’istituto musicale paritario praiese, già direttore dell’orchestra della città dell’isola di Dino, nonché artista di fama nazionale, si sono esibiti davanti a un severo parterre di giudici che, evidentemente, ha premiato non solo la bravura, ma anche l’impegno e l’entusiasmo. Gli studenti, infatti, da mesi seguono un rigido percorso di studi che prevede diverse ore di prove ed esercitazioni, dimostrando enorme passione per la materia e tanta rara buona volontà.

Il merito, però, va certamente riconosciuto anche a un enorme lavoro di squadra. Il Maestro Romeo, ancora una volta, dimostra di essere un ottimo insegnante e un indiscusso leader nel campo musicale, continuando a centrare, imperterrito, un obiettivo dopo l’altro. Nel prossimo fine settimana, infatti, sarà uno dei protagonisti nell’edizione nazionale di Nuove Vocine Castrocaro, dopo aver assunto il ruolo di responsabile regionale per la Calabria nella prima fase delle selezioni.

La professoressa Fernanda Petrisano, dal canto suo, non smette di stupire per la modernità delle sue idee e la lungimiranza, rivestendo perfettamente il ruolo di una efficientissima dirigente. Affiancata e supportata da tutto il corpo docente, la preside ha scelto da tempo di attuare una politica scolastica che unisce competenze e conoscenze al divertimento e alla spensieratezza tipica dell’età adolescenziale. Una ricetta evidentemente infallibile, dettata, con tutta probabilità, dalla lunga esperienza della donna tra i giovani seduti tra i banchi di scuola.