Volontariato e associazionismo, nascerà a Praia a Mare (Cs) il primo emporio solidale della Calabria

0
Volontariato e associazionismo, nascerà a Praia a Mare (Cs) il primo emporio solidale della Calabria

Pubblicato su La Spia Press

Non solo un banco alimentare, come se ne contano ovunque in tutto lo Stivale, ma un vero e proprio emporio solidale, una sorta di negozio con tanto di scaffali in cui la merce non si paga, al fine di restituire dignità alle persone meno abbienti e educare la cittadinanza al volontariato.

E’ questa, sintesi, l’idea messa a frutto da Franca Parise, presidente dell’associazione “Teniamoci per mano“, che prenderà il via giovedì 19 maggio 2016 a partire dalle ore 19:30, nel cortile della parrocchia Sacro Cuore, che ne sarà anche la sede.

«Le persone potranno scegliere i beni alimentari in base alle proprie esigenze, esattamente come quando si va al supermercato – dichiara l’organizzatrice -, senza dover subire l’umiliazione di dover accettare cibo e bevande che non piacciono, solo perché donati da qualcuno». In cambio, si potranno offrire ore di volontariato presso le abitazioni di persone bisognose, anziani e ammalati.

«Non è obbligatorio – continua Parise -, chiunque potrà spendere il proprio tempo per aiutare gli altri se vorrà e quando potrà. Ma è fondamentale far arrivare il preciso messaggio che con la collaborazione e l’associazionismo si possono fare grandi cose».

Ma chi mette a disposizione i beni di prima necessità che si possono trovare nell’emporio? In un primo momento erano stati la Caritas parrocchiale e il Banco alimentare della Calabria, che collaborano costantemente con l’associazione umanitaria; in seguito, sono state consegnate decine di borse delle spesa colme di alimenti da parte di cittadini che hanno immediatamente preso a cuore la questione e vogliono contribuire a una buona riuscita del progetto.

Attualmente, i giorni in cui si potrà visitare l’emporio sono il martedì e il giovedì. Ma il progetto, nelle prossime settimane, si adeguerà certamente al numero e alle esigenze dell’utenza. Pertanto, non è esclusa la revisione degli  orari e dei giorni di apertura.

Intanto, la macchina della solidarietà scalda i motori, e, nelle ultime ore, anche alcuni supermercati della zona hanno dato la propria disponibilità per riempire gli scaffali dell’emporio solidale.