Praia a Mare | Due giovani imprenditori scommettono sul business delle lumache, è boom di richieste

0
Praia a Mare | Due giovani imprenditori scommettono sul business delle lumache, è boom di richieste

(fonte foto: dal web)
Pubblicato su Cronache delle Calabrie
Quando la società offre ben poche prospettive di lavoro e mortifica quotidianamente la meritocrazia, non ci sono altre vie d’uscita che investire le proprie forze puntando sulle novità, che quasi sempre corrispondono a idee apparentemente folli. Tanto meglio rispettano l’ambiente, valorizzano il territorio e promuovono la qualità a km 0.
L’ardua impresa è incredibilmente riuscita a due giovanissimi imprenditori praiesi, Giuseppe Maisto e Francesco Di Deco, che, in netta contro tendenza, hanno deciso di rimanere in Calabria, precisamente a Scalea, dove hanno aperto un’azienda di allevamento di lumache che in breve tempo ha già avviato la sua ascesa con richieste d’acquisto giungono dal lontano e industrializzato nord, dove si contano già diverse collaborazioni.
I due giovani, la cui complicità lavorativa fa leva anche su svariati anni di amicizia, hanno deciso di investire sulle chiocce, costruendo 21 serre su un terreno da 5mila mq protetto da reti antigrandine, spesse abbastanza da impedire l’accesso ad eventuali predatori ma utili per far filtrare l’acqua e raggi solari. Per l’irrigazione dell’ambiente, necessaria a raggiungere la propedeutica bordatura del guscio, il consorzio di bonifica integrale dei bacini del Tirreno cosentino, la ex Valle del Lao, ha messo a disposizione una cisterna di raccolta per le acque.
L’azienda si chiama “Lumache e derivati” e, come si legge sul sito, «nasce dalla voglia di ritornare alla lavorazione della terra e di sperimentare un allevamento biologico, con l’obiettivo di offrire un prodotto altamente qualitativo e genuino, rispettando il ciclo naturale di vita della lumaca». I piccoli invertebrati, oltretutto, a dispetto dell’aspetto poco invitante, sono ricchi di sostanze importanti per l’organismo, tra le quali fosforo, magnesio, potassio, sali minerali e proteine, nonché il triptofano, un amminoacido che aiuta la produzione di serotonina nel cervello.
Attualmente, tra i prodotti di punta dell’azienda si annoverano il caviale di lumaca, novità assoluta per il mercato italiano, e la prelibatissima LaLù, la linea di sughi a base di finocchietto selvatico e peperoncino selvatico, oppure di olive e carote. Tra le specialità della casa, c’è anche la bava di lumache, una sostanza depurative e fluidificante delle vie respiratorie, che in chirurgia già da tempo è utilizzata per la riparazione delle ferite o ulcere della pelle. Un mondo inesplorato e tutto da scoprire quello delle lumache, che ora apre le porte anche a nuovi business.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Cronache delle Calabrie