Il Capt di Praia a Mare cede un altro pezzo, Mauro trasferisce pure il diabetologo

0
Il Capt di Praia a Mare cede un altro pezzo, Mauro trasferisce pure il diabetologo

Ci risiamo. Alla luce di un’acclarata anarchia vigente entro le mura dell’ex nosocomio praiese, il direttore generale dell’Aps di Cosenza, Raffaele Mauro, continua a elargire disposizioni senza tener conto di niente. Di medici, di pazienti, di prenotazioni, dell’esigenze degli utenti e neppure di leggi e regole.
Dopo il trasferimento di Raffale Diana (clicca qui per leggere l’articolo) e la recente nomina assegnata ad Angela Riccetti (clicca qui per leggere l’articolo), stavolta il dirigente con quattro righe ha spicciato la pratica del posto vacante di direttore Uoc di Medicina Interna, come sempre a Paola, spedendoci dritto il dottore Luciano Tramontano, fino a nuovo ordine.
La disposizione organizzativa avrà validità a decorrere dal prossimo 1° maggio e promette di creare enormi disagi.
Il medico è l’unico titolare dell’ambulatorio di diabetologia ed endocrinologia della struttura praiese, dove, ad oggi, presso il cup risultano ancora prenotazioni fino al prossimo 7 giugno, e che serve un bacino di utenza pari a circa 1.500 unità. Non solo, Tramontano è anche l’attuale responsabile del reparto Rsa (Residenza Sanitaria Assistenziale) medicalizzata, che al momento può contare solo sull’appoggio del dottor Marcello D’amico, il quale si divide tra il lavoro e l’incarico politico di assessore alla Salute pubblica del Comune di Scalea. Per quanto concerne, invece, la diabetologia, al momento c’è solo un altro professionista reperibile nel territorio altotirrenico e risponde al nome di Vincenzo Asprino, già sovraccarico di lavoro presso gli ambulatori di Scalea a Diamante e prossimo al pensionamento.
Insomma, davanti alle telecamere si annunciano imminenti potenziamenti e clamorose riaperture, ma poi, senza il minimo controllo degli organi preposti, si smonta pezzo per pezzo quel poco che ne rimane.