Ospedale di Praia a Mare | L'insediamento di Sciabica è ufficiale: è davvero la volta buona?

0
Ospedale di Praia a Mare | L'insediamento di Sciabica è ufficiale: è davvero la volta buona?

Potrebbe essere davvero la volta per la riapertura dell’ospedale di Praia a Mare, ma affinché l’avvocato attui finalmente la famigerata sentenza del Consiglio di Stato datata maggio 2014, occorrono almeno due condizioni: che Eugenio Sciabica non rassegni le dimissioni come hanno fatto i suoi predecessori Flori Degrassi, Domenico Di Lallo e Andrea Urbani (tutti avevano inizialmente accettato l’incarico) (clicca qui per leggere la notizia) e che il commissario Massimo Scura, su cui grava ogni decisione sanitaria nei confini bruzi, alla fine metta la firma necessaria, che finora ha fatto intendere di non vole apporre.
In sintesi, in teoria la cittadinanza è autorizzata a pensare che siano a un passo da una grande, avvincente vittoria sociale e politica (non partitica), in pratica siamo esattamente al punto di partenza.
Ma l’ottimismo, a questo punto della vicenda, si rende un fattore necessario, soprattutto in relazione alle prime dichiarazioni di Sciabica, che farebbero intendere la massima disponibilità a mettere a punto la riorganizzazione ospedaliera, e alle incessanti attività dei sindaci Antonio Praticò e Pasquale Lamboglia e le loro amministrazioni, che seguono il caso come un’ombra.
Non resta che incrociare le dita, anche se servirà a poco, e augurarsi che chi di dovere si metta finalmente una mano sulla coscienza, ma soprattutto bisognerà augurarsi che i capi della sanità privata non si mettano nuovamente di traverso, accontentandosi della pioggia di milioni garantita dalle istituzionali regionali. E questo, alla luce dei fatti, potrebbe rappresentare l’ostacolo più grande.