Santa Maria del Cedro (Cs) | La cura contro il razzismo è l'Humanitas: il geniale cortometraggio di Fernanda Grosso e Giuseppe Aloise

0
Santa Maria del Cedro (Cs) | La cura contro il razzismo è l'Humanitas: il geniale cortometraggio di Fernanda Grosso e Giuseppe Aloise

Coppia fissa sul lavoro e nella vita, Fernanda Grosso e Giuseppe Aloise nei mesi scorsi hanno dato vita a uno straordinario cortometraggio, dal titolo eloquente Humanitas, che in soli dieci minuti smonta pezzo per pezzo ogni becero pregiudizio in materia di razzismo.

I due giovani, entrambi di Santa Maria del Cedro, insieme sono la mente e il braccio di una riuscitissima breve opera cinematografica nonostante le poche risorse a disposizione. Lei l’ha scritta pensando ai luoghi della sua terra, lui l’ha realizzata, impiegando rigorosamente attori e comparse residenti a Santa Maria del Cedro.
E’ la storia di un immigrato, interpretato da un ragazzone altissimo di nome Ibrahima Ly, che una volta giunto in Italia, si ritrova a dover vendere oggetti sulla spiaggia tra il sole cocente della bella stagione e l’ignoranza dilagante tipica di certe famiglie. Poi il giovane si siede in riva al mare e la sua mente torna a 5 cinque anni fa. Il messaggio finale è un omaggio alla cultura e alla democrazia: in una società, libri e penne libere possono davvero fare la differenza.
La prima proiezione si è tenuta ieri sera in una delle stanze di Casa di Laos, nella frazione Marcellina di Santa Maria del Cedro, alla presenza dell’assessore Emanuela Dito, don Paolo Raimondi e una giovanissima Adelaide Vuono, autrice del libro “Un inquilino di troppo”.