Calabria | Dopo articolo su vaccini, l'agghiacciante mail alla nostra redazione: 'Un liquido giallo rovina i nostri figli'. Un caso sospetto anche sul Tirreno

0
Calabria | Dopo articolo su vaccini, l'agghiacciante mail alla nostra redazione: 'Un liquido giallo rovina i nostri figli'. Un caso sospetto anche sul Tirreno

Alcuni giorni fa, la nostra redazione aveva ripreso un post del dottor Vincenzo Cesareo che metteva in guardia sulle inesattezze e le falsità diffuse in rete in merito ai vaccini (clicca qui per leggere l’articolo). Il medico, piuttosto noto nella zona dell’alto Tirreno, aveva però precisato che gli integralismi causano danni in qualsiasi contesto e sull’argomento bisogna andarci coi piedi di piombo, seppur scindendo dagli sciacalli di professione.
Dopo che l’articolo è apparso on line, ci ha però scritto un calabrese, un padre che dice di avere un figlio autistico per colpa dei vaccini e di aver rintracciato altri sei genitori che in Calabria avrebbero visto diventare autistici i propri figli dopo l’iniezione di un liquido giallo propinato come vaccino esavalente.
E’ nostro dovere morale dare voce anche a questa versione dei fatti. Di seguito la lettera arrivata ai nostri indirizzi di posta.
“Salve, sono il papà di un bambino dichiarato autistico nel gennaio del 2014. Se vuoi veramente in parere sui vaccini dovresti recarti presso qualche centro di riabilitazione che attualmente spuntano come funghi e chiedere a qualche genitore che ha un figlio danneggiato da vaccino cosa ne pensa dei fottuti vaccini e si trova impossibilitato a dimostrare il danno. anche per via delle radiazioni da parte di organo che non rappresentano più la nobile professionalità del medico.
Ti invito a indagare e verificare quanti centri sono nati negli ultimi anni su tutto il territorio nazionale ma soprattutto questa onlus (scrive un indirizzo web. ndr).  Sono quasi tutti convenzionati.
Ti invito a non farti farti raggirare […] al fine di svolgere la tua attività in maniera imparziale.
Se volessi conoscere il business che c’è dietro puoi contattarmi, sarò lieti di aprirti a un mondo che neanche io fino a gennaio di quell’anno conoscevo, ma che posso anticiparti rasenta l’inverosimile e l’aberrante.
A mio figlio hanno somministrato un liquido giallo al terzo richiamo esavalente. I colori dei vaccini in questione dovevano essere uno trasparente come l’acqua e l’altro lattiginoso. Quindi cosa è stato somministrato a mio figlio?
Bene, recandomi in ambulatorio e mettendo sotto torchio l’individuo che l’ha somministrato si è capito che era un’altra sostanza; un qualcosa che l’ha costretto all’autismo. Ma anche innanzi al fatto compiuto, l’individuo si è ben riservato dal dirmi di cosa si trattasse.
Seguendo l’indizio del liquido giallo, sono arrivato a rintracciare le prime sei mamme in Calabria che hanno ricordato questo particolare. Grazie ai social ora ne conto circa una quarantina in tutta Italia.
Mi fermo qui, hai già abbastanza notizie e il discorso mi pare sia già chiaro.
Saluti”
Lettera firmata
Intanto, nelle stesse ore, apprendiamo che dopo il medesimo vaccino, l’esavalente, un bambino residente sulla costa tirrenica, di cui non forniremo nessuna informazione a tutela della sua privacy, nel gennaio scorso a quattro ore dall’iniezione è stato dichiarato in stato di morte apparente fino alla notte. Sua madre, interpellata, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione in merito.