Crimini bancari, in arrivo la commissione parlamentare proposta dalla deputata calabrese Dalila Nesci (M5S)

0
Crimini bancari, in arrivo la commissione parlamentare proposta dalla deputata calabrese Dalila Nesci (M5S)

(Nella foto, la parlamentare vibonese Dalila Nesci)
Clicca qui per mettere mi piace alla pagina facebook della redazione La Lince e rimanere sempre aggiornato
Riceviamo e pubblichiamo
Sul ddl per la commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema finanziario, la deputata M5s Dalila Nesci è intervenuta alla Camera nel 2015 avendo presentato una specifica proposta collegata al provvedimento, già approvato al Senato e ora in dirittura di arrivo.
La 5stelle ne ha parlato come di «un atto doveroso» del parlamento, che in passato «si è trovato a subire la ratifica di trattati internazionali devastanti» davanti a «una recessione creata dal libero dominio di potentati finanziari e burocratici nemici della salvaguardia del risparmio e della libertà di impresa». 
«Il Senato e la Camera – ha detto Nesci nell’aula di Montecitorio – hanno dovuto ammettere l’estrema gravità della situazione: i suicidi di imprenditori e risparmiatori; la diffusione incontrastata di usura e truffe compiute da istituti bancari; la crescente perdita di occupazione e produttività; l‘inserimento dei proventi da attività mafiose e criminali nel computo del Prodotto interno lordo, la precarietà nel lavoro e l’incosciente abbassamento delle tutele dei lavoratori».
Per la parlamentare «due sono le necessità imprescindibili: assicurarci che la commissione funga da catalizzatore per il rapido risarcimento delle vittime di crimini bancari e che sappia entrare in profondità nelle questioni più scottanti del sistema finanziario, caratterizzato da una gerarchia bancaria che ha imposto il diabolico pareggio di bilancio in Costituzione e in seguito il Fiscal compact»«Ci attende – ha concluso Nesci – un lavoro di coscienza, di conoscenza e di coraggio».