Calabria | Movimento Nazionale per la sanità, all'ambientalista Antonella Politano il dipartimento Ambiente

0
Calabria | Movimento Nazionale per la sanità, all'ambientalista Antonella Politano il dipartimento Ambiente

(Nella foto, Antonella Politano)
Clicca qui per mettere mi piace alla pagina facebook della redazione La Lince e rimanere sempre aggiornato
L’ha detto e l’ha fatto, senza nemmeno lasciar trascorrere troppo tempo. L’ambientalista paolana Antonella Politano, nota in tutta la regione per le tragiche vicende famigliari legate a una discarica di veleni (clicca qui per leggere la sua storia), l’aveva dichiarato (clicca qui per leggere la notizia) meno di un mese fa: «Presto svelerò i miei programmi in vista delle prossime elezioni politiche».
«Parlare di tematiche ambientali in Calabria è di una complessità rara – aveva ancora affermato la politano -, infatti l’ambiente si è trasformato spesso da elemento di forza ad elemento di debolezza in parte provocato dalla cattiva governance delle politiche ambientali a livello regionale». Per questo, dopo un’attenta valutazione, la donna ha deciso di accettare l’incarico di responsabile del dipartimento Ambiente offertole da Domenico Arena, responsabile regionale del Movimento nazionale per la Sovranità, riunitosi ieri assemblea regionale.
Di seguito la nota ufficiale, in cui si evince anche il paventato ritorno in campo dell’ex presidente della Regione Calabria, giuseppe Scopelliti.
“Il coordinatore regionale del Movimento nazionale per la Sovranità, Domenico Arena, ha riunito l’assemblea regionale del partito, alla quale hanno presenziato circa 40 dirigenti componenti l’assemblea regionale del Mns provenienti da tutta la regione, prendendo atto del fatto che il movimento si sta radicando sul territorio e secondo stime autorevoli viene quotato con una percentuale tra il 7% e 9% in Calabria, tanto che nell’ultima tornata elettorale Mns ha eletto 3 sindaci e numerosi consiglieri comunali.
La struttura – Il coordinatore Arena, nell’assemblea di ieri, ha provveduto a strutturare e dare una fisionomia al Mns sul territorio regionale, nominando vice coordinatore vicario Giovanni Andricciola di Lamezia Terme, uno dei primi ad aderire al movimento già con Azione Nazionale. Gli altri vice coordinatori sono per Alessandra Bordini di Reggio Calabria, Dario Gareri di Catanzaro, Giuseppe Muto di Crotone e Nicola Manfrida di Vibo Valentia. Il coordinatore Arena con queste nomine ha voluto rispettare la presenza ed il radicamento sul territorio dei suoi più stretti collaboratori, nonché la professionalità e l’esperienza politica. Presenti inoltre, cinque coordinatori provinciali, tra i quali Franco Blaiotta, già sindaco di Castrovillari e figura storica della destra calabrese, che guidava la folta rappresentanza della provincia di Cosenza.
I temi – L’assemblea regionale, ha redatto ed approvato un documento da presentare alla prossima assemblea nazionale, che si terrà il 1 luglio a Roma, contenente proposte politiche e programmatiche, focalizzando tre punti in modo particolare:
Sanità, con proposte per salvaguardare il Servizio Sanitario pubblico che nonostante tutto, secondo, l’organizzazione mondiale della sanità, resta uno dei migliori del mondo.
Tutela della famiglia, con incentivi alla natalità e quoziente familiare.
Zes, istituzioni di Zone Economiche Speciali, necessarie per lo sviluppo delle attività produttive locali, vedi porto di Gioia Tauro.
I dipartimenti. Hanno partecipato all’assemblea regionale, dando il loro contributo il sen. Franco Bevilacqua e l’ex governatore Giuseppe Scopelliti. Già nell’assemblea di ieri il coordinatore regionale, con i suoi collaboratori, ha provveduto a dare un’impronta alla struttura del movimento attraverso la nomina dei responsabili di alcuni dipartimenti:
– Rapporti con le istituzioni Salvatore Bulzomì;
– Patrimonio e risorse finanziarie Enrico Tramontana;
– Politiche europee Antonella Pastorino;
– Ambiente Antonella Politano;
– Infrastrutture Giuseppe Muto;
– Giustizia e sicurezza Giuseppe Putortì,
Nel frattempo il Mns intensificherà la sua attività sul territorio per illustrare il proprio programma ai cittadini calabresi”.