Scalea (Cs) | Il punto su ambiente e depurazione: Renato Bruno (M5S) chiama a raccolta parlamentari, attivisti e cittadini

0
Scalea (Cs) | Il punto su ambiente e depurazione: Renato Bruno (M5S) chiama a raccolta parlamentari, attivisti e cittadini

(Un momento dell’evento di questa mattina)
Clicca qui per mettere mi piace alla pagina facebook della redazione La Lince e rimanere sempre aggiornato
di M.N.
Si è svolta stamattina a Scalea nella villa comunale un’iniziativa promossa dal Portavoce M5S in Consiglio Comunale Renato Bruno, molto attivo anche sui social con le battaglie che porta avanti con gli amici attivisti locali, prime fra tutte le tematiche ambientali.
L’appuntamento odierno ha chiamato a raccolta i parlamentari Laura Ferrara (M5S Europa), Paolo Parentela (M5S Camera), Nicola Morra (M5S Senato), sebbene non preannunciato in locandina. Presente anche il Prof. Ferdinando Laghi (Vice-Presidente Nazionale ISDE Medici per l’Ambiente) il quale ha fornito un taglio prettamente scientifico ai suoi interventi.
Unico Sindaco presente all’incontro aperto a tutti quello di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, ormai famoso per il suo modo “anomalo” di fare il Sindaco. Ci sia consentita questa definizione, ma il modo come sta affrontando alcune vicende nel territorio da lui amministrato, balzate agli onori della cronaca, sono fuori dal comune. Anch’egli ovviamente confida in un cambio di passo nelle istituzioni alle quali ha chiesto aiuto, in primis la Procura di Paola il cui cambio al vertice ha dato una boccata d’ossigeno.
Come spesso capita negli eventi pentastellati si è trattato di una tavola rotonda informale, cioè senza tavoli che dividono relatori e cittadini, numerosi sono stati gli spunti di dialogo e di riflessione .
I parlamentari hanno focalizzato l’attenzione sul lavoro d’indagine effettuato negli ultimi mesi, sebbene il dialogo con le istituzioni che dovrebbero essere interessate alla risoluzione del problema non si è rivelato molto proficuo, alcuni comuni che hanno ricevuto i fondi neppure hanno spiegato come li hanno usati, pur continuando a segnalare necessità d’intervento, molti altri sono in procedura d’infrazione per il malfunzionamento dei depuratori o per il mancato collettamento della rete fognaria ai depuratori.
Attenzione particolare è stata rivolta all’azione indispensabile dei cittadini di controllo e denuncia da parte dei cittadini ai quali è stata garantita sponda istituzionale nel dare il massimo risalto e aiuto circa le problematiche segnalate.
Certo iniziative del genere sono scomode e i promotori vengono tacciati di disfattismo, quando a inizio estate convocano i cittadini per parlare delle problematiche inerenti l’ambiente, ma a differenza degli altri politici, hanno dichiarato, a inizio estate e lontano dalla campagna elettorale presentano il lavoro d’indagine e proposta dei mesi precedenti, non si limitano ad annunci di fantomatiche iniziative e protocolli d’intesa che non risolvono mai i problemi, ammesso che ve ne sia la volontà di farlo.
Tutto il materiale è stato raccolto nel sito Depuriamo la Calabria dove è possibile conoscere lo stato della depurazione, delle discariche, delle acque di balneazione e vario materiale informativo.
Nell’occasione è stata lanciata una raccolta firme per una petizione già dichiarata ricevibile dalla Commissione Europea circa il sistema depurativo.
Si è trattato in realtà di una due giorni dedicata all’ambiente, in quanto ieri sera il Consigliere Bruno e l’Onorevole Parentela sono tornati a verificare lo stato della discarica di Piano dell’Acqua. Clicca qui per guardare il video della diretta.
Chi volesse approfondire i vari temi trattati in questo breve resoconto, il video della diretta odierna si può guardare cliccando qui.
I video allegati sono entrambi con “privacy pubblica” e saranno raggiungibili finché eventualmente chi li ha caricati non li rimuoverà.