Mare sporco, a Scalea (Cs) un prelievo rivela un inquinamento di tipo fecale

0

(Una delle foto giunte con le segnalazioni)
Le segnalazioni dei giorni scorsi erano state così numerose da necessitare l’intervento dell’Arpacal, che due giorni fa ha effettuato un prelevamento straordinario nei Comuni si Scalea, Santa Maria del Cedro e Diamante (clicca qui per leggere la notizia). In attesa dei risultati dell’ente regionale, il giorno precedente un gruppo di residenti e villeggianti (avevamo attribuito per errore il merito al consigliere comunale di minoranza Renato Bruno che si era interessato della questione, ndr) ha chiesto e ottenuto presso un laboratorio privato l’analisi della qualità dell’acqua in uno dei punti segnalati nel territorio di Scalea.
Il risultato era pressoché immaginabile: inquinamento fecale delle acque.
Ecco la documentazione che lo attesta.
 

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato