Ferragosto all'insegna dell'illegalità sulla costa tirrenica: c'è anche la 'tradizionale' coltellata

0
Ferragosto all'insegna dell'illegalità sulla costa tirrenica: c'è anche la 'tradizionale' coltellata

(Fonte foto: dal web)
Facciamo così: noi ve lo raccontiamo però dovete mantenere il segreto se no i commercianti si urtano e poi ci accusano di essere bugiardi e sensazionalisti, ma soprattutto, testuali parole, di spargere merda sulla Calabria. Perché raccontare va bene, sporcarsi la bocca con la parola legalità pure, ma fino a che non tocchi i loro interessi, che in questo caso sarebbe il giro di affari scaturito grazie all’arrivo di turisti durante la stagione estiva.
Parliamoci chiaro, i giorni del turismo sono meno di una ventina e alla stragrande maggioranza dei commercianti servono solo a ripianare i debiti accumulati durante l’inverno e, ai più fortunati, a pagare le spese per l’investimento stagionale. Quei tanti incivili, cafoni e delinquenti che affollano le nostre cittadine d’estate, anche a scapito delle centinaia di migliaia di turisti perbene che grazie al cielo continuano ad arrivare o che non hanno mai deciso di andarsene, producono danni incalcolabili. Ma se i calabresi non fossero abituati a mettere la testa sotto la sabbia negando pure la melma che galleggia in mare sotto ai loro occhi, non esisterebbe nemmeno la ‘ndrangheta e oggi staremmo raccontando un’altra storia.
Ma veniamo al Ferragosto sulla costa, e lo facciamo possibilmente seguendo i vostri consigli, e cioè senza sensazionalismo. Nella sola giornata di ieri si sono verificati furti negli appartamenti (ma non preoccupatevi, hanno rubato oggetti di poco conto), spaccio di droga da parte di un turista romano (ma niente di serio, pochi grammi a 12 consumatori contemporaneamente) e persino l’ormai immancabile coltellata di Ferragosto, che oramai è seconda solo alla processione della Madonna della Grotta per puntualità e tradizione. Tanto che i cittadini ormai attendono trepidanti la sciagura come fossero fuochi d’artificio.

Anche qui niente serio, si tratterebbe di un lite per futili motivi, pare legati alla fede calcistica, con cui un 33 di cui non diremo la provenienza, sempre per motivi di suscettibilità, ha mandato all’ospedale tre ragazzi del posto, che comunque guariranno presto. I carabinieri lo hanno sì arrestato, ma evidentemente pure loro si saranno fatti prendere la mano dal sensazionalismo. Perciò, niente allarmismi, è stava solo una bravata. E non vi diremo nemmeno dove è accaduto, così i turisti non si impressioneranno e continueranno a farsi il bagno nell’acqua sporca in tutta tranquillità. Che poi l’acqua effettivamente non è che sia proprio sporca, sono i parametri dei laboratori analisi che sono stati abbassati vertiginosamente per fare un dispetto ai commercianti.
Per il resto niente di rilevante. Qualche rissa qui e lì senza neppure il morto e i soliti latitanti sparsi nei lidi che a dire il vero quando sono in vacanza non li vedi e non li senti. Molti turisti hanno fatto i turni in 20 nelle case per dormire arricchendo tra urla e schiamazzi l’animazione cittadina. Tutto regolare. Meno male che qualche ladro ha regalato emozioni in questa noiosissima e lunga giornata ferragostana.
Che dite, almeno il titolo lo lasciamo o è troppo sensazionalistico?

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato