Reggio Calabria, Silvio Berlusconi sarà testimone nel processo all'ex ministro Scajola

0
Reggio Calabria, Silvio Berlusconi sarà testimone nel processo all'ex ministro Scajola

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi (nella foto, fonte: Euronews), impegnato in questi mesi nell’ennesima campagna elettorale, è stato citato dalla difesa di Chiara Rizzo, moglie dell’ex deputato Amedeo Matacena, e dovrà comparire dinnanzi al giudice il prossimo 22 gennaio

 
(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 27 NOV – Silvio Berlusconi è stato chiamato a deporre il prossimo 22 gennaio al processo in corso a Reggio Calabria all’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola ed alla moglie di Amedeo Matacena, Chiara Rizzo, per procurata inosservanza della pena aggravata dall’avere favorito un’associazione mafiosa dello stesso Matacena. La data è stata fissata dai giudici del Tribunale.
“Avevamo intuito – ha detto il legale della Rizzo, Bonaventura Candido – che il pm avesse idea di approfondire un eventuale coinvolgimento della politica nell’organizzazione di trasferimenti di personaggi in Libano. Per questo avevamo citato Berlusconi e per approfondire il tema della mancata candidatura di Matacena nel 2001. Avevamo intenzione di rinunciare alla deposizione perché i temi sono stati esauditi. Il pm però si è opposto”.
“Berlusconi – ha detto il procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo – era tra i testi della difesa e per tale ragione è necessario ascoltarlo per evitare la prossimità della campagna elettorale”.
 
IL CASO GIDIZIARIO –  L’8 maggio 2014 Claudio Scajola viene arrestato dalla DIA di Reggio Calabria con l’accusa di aver agevolato la latitanza verso il Libano dell’ex deputato Amedeo Matacena. Il 13 giugno 2014, dopo 36 giorni di reclusione nel carcere di Regina Coeli, il tribunale del Riesame di Reggio Calabria gli ha concesso gli arresti domiciliari accogliendo in parte il ricorso dei suoi legali, Giorgio Perroni ed Elisabetta Busuito. Depositata la decisione dei giudici, l’ex ministro dell’Interno è stato trasferito nella sua casa di Imperia (Villa Ninina) dove è stato accolto dalla moglie Maria Teresa e dai familiari. Resta invece in carcere Chiara Rizzo, la moglie di Amedeo Matacena (fonte: Wikipedia).

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato