Ore di fuoco sull'alto Tirreno cosentino: arresti, rapina e accoltellamento

0
Ore di fuoco sull'alto Tirreno cosentino: arresti, rapina e accoltellamento
.

Nel giro di 24 ore si sono registrati diversi episodi: dall’operazione Matassa, che ha portato alla’arresto di 14 persone, alla tentata rapina al supermercato Despar di Scalea, passando per un accoltellamento di un uomo ai danni di una badante di origini rumene
 
Le ultime 24-36 ore sul Tirreno cosentino sono state a dir poco movimentate. Più del solito, si intende.
Il via vai di luci e suoni di sirene è partito ieri mattina all’alba, con una operazione della Guardia di Finanza di Cosenza e coordinata dalla Procura di Paola denominata “Matassa” che ha smantellato un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato ed alla commissione dei reati fiscali.
Sono finite in manette 14 persone, di cui solo 12 trasportate in carcere. Altre due sono mamme di figli minorenni e pertanto si è optato per la detenzione domiciliare. Gli indagati sono: Maurizio Ruggerini, 64 anni residente a Castrolibero; Carlo Alberto Ruggerini, 39enne residente nel Modenese; Raffaele Mazzotti, 66enne nato a Tortora ma residente a Praia a Mare; Maurizio Sentimenti, 69enne residente nel Modenese; Agostino Francesco De Luca, 49enne nato a Chicago e residente a Rende; Eugenio Cannataro, 36enne di Rende; Francesca De Luca, 50enne di Castrolibero; Alessandro Albano, 39enne di Lagonegro; Giuseppe Bruzzese, 58enne di Praia a Mare; Luca Pavani, 52enne nato nel Ferrarese e residente a Praia a Mare; Alda Mazzola, 57enne del Mantovano; Concetta Imparato, 48enne nata a Napoli e residente a Praia a Mare; Tatiana Ruggerini, 43 anni di Modena, e Rosanna Ursini, 33enne nata nel Cuneese e residente a Rende.
Le società coinvolte nell’inchiesta sono invece: Calapark srl, Publipark srl, Il Negozio srl, Fura srl, Gestioni srl, D.F. Servizi srl, Ge.Ri.Ve. srl, Aquafans srl, Ma.Ri. srl, Vemar srl, Baipass srl, La Rosa srl, Madonnina srl, L’Emiliano srl, Deca srl, Mada srl, Doro srl, Acquapark srl, Finalda srl, Is.Po. srl, Calypso srl, Car by Car srl, Gestioparchi srl, Benessere srl.
Complessivamente sono stati sequestrati oltre 33 milioni di euro di beni.
Secondo quanto riportano le fonti ufficiali, il sistema era basato su società, tutte fittizie, operanti nei settori della pubblicità, dell’immobiliare o delle ricerche di mercato e consulenza amministrativa che creavano crediti falsi da utilizzare a compensazione per il pagamento di contributi e imposte. Diecimila i modelli F24 analizzati per ricostruire il meccanismo, molti con importi di 0,1 centesimo per evitare il blocco delle procedure di compensazione, attraverso l’utilizzo dell’home banking.
In nottata, invece, intorno alle 3, solo la professionalità Franco Campagna, agente della Sicurtransport, ha evitato che alcuni malviventi mettessero a segno un furto presso il supermercato Despar di Scalea. A quanto si apprende, quattro soggetti si erano intrufolati nella struttura con l’intento di portare via la cassaforte, ma l’allarme e l’arrivo tempestivo della guardia giurata li ha messi in fuga, pare a bordo di un’alfa Romeo 156.
Nella prima mattinata di oggi, invece, un uomo sulla settantina, residente nel centro storico di Santa Maria del Cedro, ha accoltellato la badante rumena, ingaggiata per prendersi cura della moglie malata. Pare che alla base del litigio, sfociato poi in una quasi tragedia, ci sarebbero dei futili motivi. La donna è stata subito stabilizzata da un’ambulanza del 118, mentre l’attendeva un volo in elisoccorso. Fortunatamente, le sue condizioni non risultano gravi e pertanto non è in pericolo di vita.
 

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato