Scalea, scarichi abusivi in mare: le foto e video dello scempio che nessuno ferma

Le immagini si riferiscono alla giornata di oggi e di ieri

0
Scalea, scarichi abusivi in mare: le foto e video dello scempio che nessuno ferma

Quando due mattine fa la nostra redazione ha pubblicato l’inchiesta sugli scarichi in mare in zona Petrosa a Scalea (clicca il seguente link per leggerla: Scalea, scarichi abusivi nella baia del Carpino: ecco da dove arrivano e come inquinano), si è comprensibilmente sollevato un polverone. A chi non è edotto sulla questione, sarà certamente sembrato che tutti ne fossero venuti a conoscenza solo in quel momento e che amministratori funzionari del Comune, sbalorditi per tale notizia, avrebbero messo riparo di lì a poco.

 

Non sappiamo se i controlli annunciati ci siano poi realmente stati, ma sappiamo con assoluta certezza che nelle ore successive lo sversamento di liquami a mare ha continuato senza sosta e senza che nessuno intervenisse.

Nello specifico è accaduto che per verificare quanto da noi affermato, alcuni attivisti ambientalisti, sollecitati dal consigliere comunale pentastellato Renato Bruno (autore tra l’altro di numerose denunce sulla vicenda inoltrate alla Procura della Repubblica) siano andati a controllare, loro sì, lo stato reale delle cose. E così, alcuni scatti effettuati nei pressi della zona da noi indicata come il punto in cui i liquami delle condotte fognarie abusive si riversano mare, ossia la spiaggetta Jiditale ricadente nel comune di Scalea, rivelano, come da noi sostenuto, l’inquinamento dello specchio d’acqua nella zona a tutti nota come Baia del Carpino.

I video che vi dimostreremo di seguito, tra le altre cose, sono la risposta a quanti nelle scorse ore hanno criticato la scelta del titolo dell’inchiesta che ha tirato in ballo un territorio molto vasto per indicare l’area inquinata dagli scarichi. Per alcuni avremmo dovuto specificare e sottolineare che lo scarico di liquami sarebbe circoscritto ai soli metri quadrati della spiaggetta Jiditale e non come asserito da noi a un più ampio specchio d’acqua. In pratica è come affermare che nei fondali ci sia una diga che fa da spartiacque. Queste immagini, invece, documentano l’esatto contrario e cioè che quando i liquami finiscono in mare, il moto ondoso le propaga ovunque.

Le foto e i video sono stati realizzati tra la giornata di ieri e quella di oggi. Nello scatto qui di seguito è anche possibile distinguere persone che fanno il bagno a pochi metri dalla sporcizia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here