4.009 views

Asp di Diamante, arresti risvegliano le coscienze: ecco cosa hanno raccontato numerosi testimoni

Asp di Diamante, arresti risvegliano le coscienze: ecco cosa hanno raccontato numerosi testimoni

Avrebbero preso dei soldi per non ostacolare le pratiche di un’invalida che chiedeva di vedersi riconosciuto solo un diritto. Con questa accusa, quella di concussione, sono finiti ieri ai domiciliari Eugenio vitale, di 54 anni, e Antonia Cooccimiglio, di 65, prossima al pensionamento, dopo l’ammanettamento dei Carabinieri di Diamante avvenuto stesso negli uffici dell’Asp dislocati a Diamante.

Dopodiché è seguita la perquisizione anche presso le abitazioni e un’operazione che ha visto impegnati i due funzionari della commissione invalidità in un interrogatorio condotto dalle forze dell’ordine e durato alcune ore.

Superata la fase di sgomento, i cittadini hanno cominciato a riflettere sull’accaduto e pensando pensando, si sono accorti che effettivamente di mazzette e di favoreggiamenti in quelle mura si parlava da tempo. Secondo alcuni, addirittura, pagare per ottenere il proprio diritto sarebbe prassi consolidata, a meno che non si venga raccomandati da un fantomatico “ras delle pratiche” e in quel caso i punti di invalidità schizzerebbero in alto nella temutissima graduatoria. In teoria, secondo le illazioni, chi è invalido deve pagare per avere la pensione, chi non lo è si fa raccomandare. Secondo i testimoni, funzionerebbe così.

Ma non sarebbe tutto. Alcuni genitori di figli disabili riferiscono di visite ripetute senza apparenti motivi, anche in età adulta. Due in anno, ad esempio, per attestare sempre la stessa patologia. E altre cose che non possiamo raccontare perché al momento difficilmente documentabili per noi e per gli investigatori.

Improvvisamente, dopo gli arresti, un gran numero di persone si è ricordato di tutte queste cose che speriamo possano essere verificate e magari smentite dagli inquirenti.

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato

Commenti

Francesca Lagatta

Francesca Lagatta

Video reporter, blogger e giornalista calabrese, in passato ha lavorato anche in tv. Attualmente si occupa di cronaca e di inchiesta per il web e la carta stampata. E' addetta stampa e inviata di Rete l'Abuso, l'osservatorio internazionale di reati commessi in ambito clericale.

More Posts - Website