218 views

Webeti e vomitatori di odio social, è questo il futuro dei nostri figli?

Webeti e vomitatori di odio social, è questo il futuro dei nostri figli?

(Fonte foto: dal web)

Dopo i fattacci di Rimini l’opinione pubblica si è mobilitata tutta per richiedere più sicurezza, controlli più serrati e pene esemplari per i colpevoli. Costituitisi i due fratelli nord africani, rispettivamente di quindici e sedici anni, è bastato poco per risalire agli altri membri del branco che hanno pestato a sangue il turista polacco e violentato la sua compagna ed in un secondo momento una transessuale.

Tutto nella norma, si fa per dire, fino a quando i profili facebook dei due fratellini non sono stati presi di mira dal popolo del web, che in preda ad un sacro furore si è scatenato con mille coloriti epiteti ed offese di ogni tipo, anche offese fortemente xenofobe.

Certo, è risaputo che la madre degli imbecilli sia sempre incinta e che webeti e leoni da tastiera sfogano così la rabbia repressa che non riescono a scaricare nella vita quotidiana, ma ancora più assurdo è che c’è gente, intellettuale, che stamane tramite le pagine di noti quotidiani si è scagliata fortemente contro la miriade di commentatori da bar ed in difesa di quelle bestie, che a definirli bestie si fa un offesa grave a tutta la fauna del pianeta.

Dov’è finito il buon senso? Come dovrebbero sentirsi vittime e parenti delle vittime di quella nottata di violenza riminese leggendo che esistono persone in grado di difendere i loro aguzzini, come se un offesa scritta a distanza su un social possa essere più grave di ciò che hanno subito e che probabilmente cambierà per sempre le loro vite?

Che tipo dii moralità può giustificare azioni tanto gravi ed irrispettose dei più basilari cardini del vivere comune e della libertà dell’individuo? Neanche nel medioevo.

Non ci dilunghiamo perché facile è a questo punto scadere nel populismo più becero e vi lasciamo con una semplice domanda: è davvero questo il tipo di Paese in cui vogliamo crescano i nostri figli?

di Albino Console

Clicca qui per seguire la pagina facebook La Lince e rimanere sempre aggiornato

Commenti

Francesca Lagatta

Francesca Lagatta

Video reporter, blogger e giornalista calabrese, in passato ha lavorato anche in tv. Attualmente si occupa di cronaca e di inchiesta per il web e la carta stampata. E' addetta stampa e inviata di Rete l'Abuso, l'osservatorio internazionale di reati commessi in ambito clericale.

More Posts - Website